Unione PianDelBruscolo

Ricorsi e opposizioni

L'ordinamento consente a chi è destinatario, in qualità di trasgressore o di obbligato in solido, di un verbale di violazione al codice della strada di esperire alcuni rimedi per chiedere l'annullamento del provvedimento.

Caratteristica comune a tutti i predetti gravami sono i seguenti elementi:

  • il ricorrente ha la facoltà di presentarli in proprio (non è richiesto il patrocinio di un legale);
  • vanno presentati in carta semplice (senza applicare marche da bollo);
  • devono essere sottoscritte dal ricorrente (nel caso in cui si trasmette il ricorso per posta è opportuno allegare una fotocopia di un documento di identità);
  • possono essere trasmesse mediante lettera raccomandata con A.R. ovvero depositate direttamente presso l'ufficio dell'organo adito;
  • sono alternativi al pagamento in misura ridotta per cui se il ricorrente paga la sanzione pecuniaria si preclude la possibilità di esperire un ricorso;
  • sono alternativi tra loro. Se il ricorrente si avvale della facoltà di esperire il ricorso al prefetto non può più ricorrere al giudice di pace o viceversa.

I rimedi di cui sopra si suddividono in base alla loro natura e all'autorità a cui sono indirizzati in:

  • ricorsi amministrativi:

      a) istanza di annullamento in autotutela rivolto al Comando procedente ex art. 386 del D.P.R. 495/1992;

      b) ricorso al prefetto ex. art. 203 del codice della strada;

  • ricorsi giurisdizionali:

      a) ricorso in opposizione diretto avverso al verbale al giudice di pace territorialmente competente ex art. 204-bis cds;

      b) ricorso in opposizione avverso l'ordinanza-ingiunzione al giudice di pace territorialmente competente ex art. 205 cds;

      c) ricorso avverso alla cartella esattoriale al giudice di pace territorialmente competente.


Per individuare la competenza territoriale si fa riferimento al luogo ove la violazione è stata commessa.
Nel caso di un verbale elevato dalla Polizia Municipale dell'Unione Pian del Bruscolo è competente il giudice di pace di Urbino per le infrazioni commesse nel comune di Colbordolo; è competente il giudice di pace di Pesaro per quelle commesse nei comuni di Monteciccardo, Montelabbate, Sant'Angelo in Lizzola e Tavullia.

 

 

© 2005-2022 Unione PianDelBruscolo - Gestito con docweb - [id]