Unione PianDelBruscolo

SCIA d'inizio attività di somministrazione

Definizione

Sono soggette a Segnalazione Certificata d'inizio attività ai sensi dell'articolo 19 della legge 7 agosto 1990, n. 241 (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi), da presentare al presente Ente, le attività per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande esercitate:
a) nel domicilio del consumatore;
b) negli esercizi situati all'interno delle autostrade, delle stazioni dei mezzi di trasporto pubblico, delle stazioni ferroviarie, aeroportuali e marittime;
c) all'interno di musei, teatri, sale da concerto, cinema e simili;
d) nelle mense aziendali e negli spacci di aziende, enti e scuole;
e) negli esercizi polifunzionali di cui all'articolo 19;
f) negli esercizi situati all'interno dei centri commerciali dei centri agroalimentari e dei mercati all'ingrosso;
g) negli esercizi in cui la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande viene svolta congiuntamente ad una prevalente attività di intrattenimento e svago, quali: sale da ballo, locali notturni, impianti sportivi, sale da gioco stabilimenti balneari;
h) negli esercizi posti nell'ambito degli impianti stradali di distribuzione carburanti, di cui al  titolo IV;

i) negli esercizi di somministrazione annessi ai rifugi alpini.

Prescrizioni: La somministrazione di alimenti e bevande negli esercizi di cui al comma 1 art. 64 L.R. 27/2009 ad esclusione di quelli di cui alle lettere b) ed h), è effettuata esclusivamente a favore di chi usufruisce dell'attività degli esercizi medesimi e negli orari di apertura degli stessi. Lo spazio in cui si svolge l'attività di somministrazione prevista alla lettera g) non deve superare il venticinque per cento dell'intera superficie del locale. Le suddette attività di somministrazione di alimenti e bevande non sono trasferibili in locali diversi da quelli dichiarati. La variazione del preposto all'esercizio nominato successivamente alla dichiarazione deve essere comunicata al Comune entro trenta giorni dalla nomina.

La dichiarazione deve indicare:
a) il possesso dei requisiti di cui all'articolo 8 e 9;
b) le caratteristiche specifiche dell'attività da svolgere;
c) l'ubicazione e la superficie specifica dei locali adibiti alla somministrazione e, per gli esercizi di cui all’ar.64 comma 1, lettera g), la superficie utilizzata per l'intrattenimento;
d) la disponibilità e la conformità del locale ove è esercitata la somministrazione alle norme e prescrizioni edilizie, urbanistiche, igienico-sanitarie, di sicurezza, di prevenzione incendi, di inquinamento acustico e di sorvegliabilità, ove previsti e, in particolare, il possesso delle prescritte autorizzazioni in materia;
e) l'eventuale preposto all'esercizio.

 modello regione marche  +   NIA SANITARIA

Norme di riferimento:

 LEGGE REGIONALE 10 novembre 2009, n. 27 Testo unico in materia di commercio ( B.U. 13 novembre 2009, n. 106 )

Regolamento Regionale n.5/2011 approvato con delibera G.R. n.1097 del 01/08/2011

Servizio Attività Economiche e Polizia Amministrativa

Orari di apertura al pubblico:

lunedì  mercoledì    dalle 09.00 alle 12.00

il giovedì pomeriggio dalle 15.00 alle 18.00

MAIL SUAP ASSOCIATOa.economiche@unionepiandelbruscolo.pu.it

DAL 29/03/2011 MODIFICA PROCEDURE INOLTRO ISTANZE ATTIVITA' ECONOMICHE - D.P.R. 160/2010

 
 AVVISO AGLI UTENTI

Si informano gli utenti che a decorrere dal 29 marzo 2011, a norma del D.P.R.160/2010, la presentazione delle SCIA e delle comunicazioni  relative a tutte le tipologie di attività di impresa e di impianti produttivi di beni e servizi dovrà avvenire obbligatoriamente in forma "esclusivamente telematica" al Suap o tramite STARWEB CCIAA NEI CASI DI SCIA CONTESTUALE A COMUNICAZIONE UNICA (1). Il Comune /Unione pertanto non potrà più accettare la presentazione di tali pratiche in forma cartacea. A decorrere dal 1 ottobre 2011, a norma del D.P.R.160/2010, anche tutte le altre pratiche inerenti gli impianti produttivi e le attività di impresa dovranno obbligatoriamente essere presentate in forma esclusivamente telematica utilizzando gli specifici moduli di richiesta dei singoli procedimenti di competenza dei diversi uffici ed Enti.

Dovranno essere presentate al Suap/Unione Pian del Bruscolo solo in modalità telematica.

 

MODALITA' DI INOLTRO DELLE ISTANZE  è possibile presentare documenti, firmati digitalmente, allo Sportello Unico per le Attività Produttive mediante Posta Elettronica Certificata (P.E.C.) SUAP ASSOCIATO: suapassociatopesarese@emarche.it

ulteriori indicazioni sul sito suapassociato:  http://www.pesarosviluppo.it 
  Pertanto:

l'utente dovrà dotarsi di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata e di una smart card o un token USB (chiavetta) per firmare digitalmente i documenti al fine di garantire, rispettivamente, la propria identificazione e l'autenticità della documentazione che viene inviata;
- i documenti (istanze, elaborati grafici, comunicazioni, etc.) dovranno avere il formato PDF/A (informazioni per generare un documento in formato PDF/A vai sul sito http://www.pesarosviluppo.it ) e NON potranno essere inviate più istanze o comunicazioni con una singola P.E.C. (es. una SCIA e la richiesta di Titolo Unico o 2 SCIA o 1 SCIA e una comunicazione di inizio lavori, etc.).

(1) SCIA contestuale alla Comunicazione Unica

Ogni qualvolta la SCIA è utilizzata per segnalare l'inizio di un’attività d'impresa (comprese nuove unità locali, aggiunta di rami d’azienda, etc…) deve essere obbligatoriamente presentata al Registro delle Imprese mediante una Comunicazione Unica (la parte relativa all'istanza SUAP sarà automaticamente inoltrata al competente ufficio dalla CCIAA )- LA DOCUMENTAZIONE ALLEGATA DOVRA' IN OGNI CASO ESSERE CONFORME ALLE REGOLE TECNICHE DEL DPR 160/2010 come  indicato dalla guida sotto riportata.

 
© 2005-2022 Unione PianDelBruscolo - Gestito con docweb - [id]