Unione PianDelBruscolo

Strutture ricettive all'aria aperta

Definizione

Le strutture ricettive all'aria aperta si distinguono in villaggi turistici e campeggi.

Sono villaggi turistici gli esercizi ricettivi a gestione unitaria, aperti al pubblico, attrezzati su aree recintate per la sosta ed il soggiorno, in tende, roulottes, unità abitative ed altri allestimenti minimi, di turisti sprovvisti, di norma, di mezzi autonomi di pernottamento.

Sono campeggi gli esercizi ricettivi aperti al pubblico, a gestione unitaria, allestiti ed attrezzati su aree recintate per la sosta e il soggiorno temporaneo di turisti provvisti, di norma, di tende, caravan, autocaravan o altri mezzi mobili di pernottamento. I campeggi possono assumere la denominazione di campeggio di transito nel caso in cui offrano servizi alla clientela interessata al turismo itinerante. I campeggi di transito possono essere abbinati ad altre attività commerciali e di servizio ai viaggiatori ed in essi è consentita la sosta fino ad un massimo di quarantotto ore. I campeggi possono assumere la denominazione aggiuntiva di centro vacanze, qualora siano dotati di impianti sportivi e di svago con annessi servizi commerciali e di ristorazione. I campeggi autorizzati dopo l'entrata in vigore della L.R. n.9/2006, devono essere dotati di un'area di sosta, attrezzata ai sensi dell'articolo 35 della suddetta legge, non inferiore a mille metri quadrati di superficie. La sosta in tale area è permessa per un periodo massimo di quarantotto ore.

Norme di riferimento:

L.R. n.9 del 11 luglio 2006, " Testo Unico delle norme regionali in materia di turismo", B.U.R. Marche 20 luglio 2006, n. 73.
Le caratteristiche e le tipologie delle strutture di cui sopra sono determinate dalla Giunta regionale  con  la Delib.G.R. 19 novembre 2007, n. 1312.

modulistica

© 2005-2022 Unione PianDelBruscolo - Gestito con docweb - [id]