Unione PianDelBruscolo

Imprenditore agricolo professionale (IAP)

Definizione

Ai sensi  del D.Lgs. n. 99/2004  è "imprenditore agricolo professionale (IAP)"  colui il quale, in possesso di conoscenze e competenze professionali ai sensi dell'art. 5 del Reg. CE n. 1257/1999 del Consiglio del 17 maggio 1999, dedichi alle attività agricole di cui all'art. 2135 del codice civile, come modificato dal D.Lgs. n. 228/2001, direttamente o in qualità di socio di società, almeno il 50% del proprio tempo di lavoro complessivo e che ricavi dalle attività medesime almeno il 50% del proprio reddito globale da lavoro. Sono considerate imprenditori agricoli professionali anche le società di persone, cooperative e di capitali qualora abbiano quale oggetto sociale l'esercizio esclusivo delle attività agricole di cui all'art. 2135 del codice civile e siano rispettivamente in possesso dei  requisiti definiti dalla delibera della Giunta Regionale n.276 del 16/02/2005. La domanda e la documentazione da presentare si differenzia per il giovane imprenditore agricolo (G.IAP)

Modalità di presentazione

L'imprenditore agricolo o il legale rappresentate della società che intende richiedere il riconoscimento della qualifica di IAP deve presentare richiesta alla Amministrazione comunale competente (Unione Pian del Bruscolo), ove l'imprenditore è residente o la società ha la sede legale.

Le domande dovranno essere presentate  su apposita modulistica e corredate dalla seguente documentazione minima per la formulazione del parere da parte delle Strutture Decentrate

 persone fisiche: 

1. Certificato attribuzione P.IVA e Iscrizione alla CCIAA (visura recente, nei casi in cui ne sussista l'obbligo) in copia;

2. Relazione tecnico economica aziendale, relativa all'anno precedente la presentazione della domanda e contenente un conto economico formulato con i redditi standard o in forma analitica, il quadro riepilogativo dei redditi percepiti ed una relazione sintetica sull'azienda. La relazione deve essere sottoscritta dall'interessato o da un suo tecnico di fiducia competente in materia agraria;

3. Visure catastali e contratti di affitto e altri titoli di godimento relativi all'azienda condotta. I contratti di affitto devono essere registrati. La dichiarazione sostitutive di notorietà resa dal coniuge può sostituire l'affitto nel caso di beni rientranti nel regime di comunione legale;

4. Modello Unico (se per l'interessato ricorre l'obbligo della denuncia), completo di tutti i quadri compilati e relativo all'anno di imposta precedente quello di presentazione della domanda;

5. Dichiarazione sost. di notorietà sul possesso dei requisiti oggetto di valutazione;

 persone giuridiche:  

Per quanto concerne i requisiti personali del/i socio/i o dell'amministratore della società si richiama per ciascuno di questi soggetti l'elenco sopra individuato per le persone fisiche.

Nei casi in cui dette figure conducano anche una propria impresa agricola, distinta dalla società, dovranno presentare una seconda relazione tecnico economica specifica per questa seconda attività.

Per quanto attiene ai requisiti propri della società: copia dello statuto sociale; visura camerale della società; copia dell'ultimo bilancio approvato, sottoscritto dal rappresentante legale, per le società per le quali ne ricorre l'obbligo; titoli di godimento del fondo in conduzione; posizione IVA; Dichiarazione sost. di notorietà del rappresentante legale sul possesso da parte della società dei requisiti oggetto di valutazione;

Validità

L'attestato di riconoscimento del requisito di IAP ha validità temporale di 365 giorni dalla data di rilascio.

Giovane Imprenditore Agricolo professionale (G.IAP)

Definizione
Si intende per giovane imprenditore agricolo professionale quell'imprenditore che:

1. al momento della presentazione della domanda, ha una età inferiore a 40 anni;

2. si impegna a costituire una valida azienda agricola, e condurla per almeno 5 anni ed a conseguire, entro tre anni, la qualifica di IAP.

Al giovane IAP viene rilasciato, quando ne sussistono le condizioni, un attestato provvisorio di "imprenditore agricolo professionale" che, nel periodo di validità e salvo conferma, è equiparato a tutti gli effetti di legge al certificato definitivo.

 

Modalità di presentazione  richiesta certificato

Le domande dovranno essere presentate all'amministrazione comunale competente (Unione Pian del Bruscolo) su apposita modulistica e corredate dalla seguente documentazione minima:

1. una dichiarazione di impegno a formare e a condurre per almeno cinque anni un'azienda agricola economicamente valida;

2. la documentazione attestante la disponibilità - attuale o imminente - del fondo per almeno anni cinque. Si ritiene titolo valido anche la promessa di vendita o di affitto di un fondo rappresentante l'intera superficie aziendale. Il contratto di comodato, ai fini della presente disposizione, non costituisce in nessun caso titolo di godimento ammissibile per la formazione di una nuova azienda.

3. un piano aziendale di previsione secondo le modalità contabili previste per lo IAP.

Norme di riferimento

Art. 2135 del codice civile;

Decreto legislativo n. 99/2004,

Delibera della Giunta Regionale n.276 del 16/02/2005;

D.p.r. n.380 del  06/06/2001;

D.p.r. n.131 del 26/04/1986;

Modulistica

Modulo per richiesta IAP

(deve essere corredato da tutta la documentazione indicata)

© 2005-2022 Unione PianDelBruscolo - Gestito con docweb - [id]